signore misura pressione arteriosa

Perché è importante monitorare la pressione sanguigna? Come si misura?

La pressione arteriosa non è altro che la forza con cui il sangue, durante il suo passaggio, spinge contro le pareti delle arterie. Tale pressione è determinata dalle contrazioni del cuore che, quando si svuota, spinge il sangue a gran velocità nelle arterie (questa fase è definita sistole), mentre quando si riempie le arterie si svuotano, in questo caso parleremo di fase diastole.
È facile, quindi, intuire che durante la fase di sistole la pressione del sangue nelle arterie è massima, mentre durante la fase di diastole la pressione diventa minore.

Ma la pressione arteriosa non dipende solamente da queste due fasi, perché è definita anche dalla densità del sangue, dalla quantità di sangue che il cuore riesce a mettere in circolo e da eventuali ostacoli che il sangue potrebbe incontrare durante il suo percorso.

Inoltre, anche l’età può influenzare i livelli minimi e massimi della pressione visto che, con il tempo, le arterie diventano più rigide, ma anche le ore del giorno ne condizionano l’andamento: infatti, la mattina la pressione arteriosa è più alta, diminuisce durante la giornata e risale la sera per tornare a scendere nuovamente durante la notte.

PERCHÉ È IMPORTANTE TENERE SOTTO CONTROLLO LA PRESSIONE ARTERIOSA?

Una pressione arteriosa troppo alta o troppo bassa può essere molto pericolosa e, in entrambi i casi, ci possono essere seri danni per l’organismo sotto molti punti di vista.
Avere la pressione arteriosa bassa significa che il sangue non arriva nei tempi e nei modi giusti a tutti i tessuti, soprattutto a quelli periferici e, di conseguenza, è possibile avvertire la vista offuscata, una sensazione di vertigini e una debolezza muscolare diffusa.

Al contrario, in caso di pressione alta il sangue va a premere con troppa forza sulle pareti delle arterie che potrebbero rompersi causando un’emorragia, oltre ad essere particolarmente propensi al rischio di essere colpiti da un infarto.

Sia la pressione alta che quella bassa possono essere tenute sotto controllo attraverso una sana alimentazione o, in casi direttamente collegati ad una qualche patologia, farmaci mirati. In ogni caso, è sempre bene tenere sotto controllo la pressione sanguigna per monitorare il proprio stato di salute e comunicare al proprio medico curante eventuali variazioni che vanno oltre la media. È, comunque, importante ricordarsi che bisogna misurare la pressione sempre alla stessa ora per avere un quadro completo perché, come già accennato, tende a variare durante l’arco della giornata o in seguito ad una qualche attività di affaticamento.

COS’È LO SFIGMOMANOMETRO?

Per misurare la pressione arteriosa, sia in caso di semplice controllo o di obbligo collegato a determinate patologie che ne richiedono il controllo e la misurazione quotidiana, non è più necessario rivolgersi al proprio medico curante o al farmacista, ma è possibile acquistare strumenti come lo sfigmomanometro.

Si tratta di un apparecchio che misura la pressione arteriosa, è facilmente reperibile in farmacia e può essere elettronico o aneroide. Il primo modello è costituito da un morbido bracciale collegato ad una macchinetta e che va posizionato appena sotto il gomito. Appena lo sfigmomanometro viene acceso il bracciale si gonfia e dei sensori rilevano i valori di pressione massima e minima riportandoli su un display. È un modello molto facile da utilizzare, ma è sempre importante leggere attentamente le istruzioni di utilizzo contenute nella confezione per non rischiare di ottenere risultati falsati.
Lo sfigmomanometro aneroide, invece, è costituito dal bracciale richiudibile a cui è collegato un manometro con ago sul quale è possibile leggere i valori della pressione.

PERCHÉ È IMPORTANTE MISURARE LA PRESSIONE SANGUIGNA CON LO SFIGMOMANOMETRO?

In casi in cui la pressione bassa e, soprattutto, alta diventano la causa di altre gravi patologie come l’ipertensione arteriosa e malattie di tipo cardiovascolare. Per questo motivo è necessario effettuare un continuo monitoraggio della propria pressione, soprattutto quando si assumono dei farmaci i cui effetti potrebbero variare in base al caldo o al freddo ambientale e, anziché curare una qualche patologia, potrebbero influire negativamente sul risultato della cura.
Per essere sicuri che tutto proceda correttamente e che non ci siano rischi ulteriori per la propria salute, è utile munirsi di uno sfigmomanometro in grado di tenere costantemente sotto controllo la qualità della pressione sanguigna e di avvertirci di ogni piccolo valore fuori dalla norma.

 

Give a Comment